Visite mediche e fisioterapia

Visite mediche e fisioterapia

Usciti dal PS con il referto da loro rilasciato e ritirato, alcuni giorni dopo, il CD contenente gli esami eseguiti nel Pronto soccorso stesso ci si dovrà preoccupare di come curare le lesioni riportate.

Nel certificato di PS sono indicati i giorni di prognosi: per un incidente non grave, come il tamponamento possono arrivare, indicativamente, fino a 15 giorni.

Trascorso quel termine, e in presenza di sintomi di malessere, è bene prenotare una visita da un medico specialista in Ortopedia o in Fisiatria.

Ci si può rivolgere anche al proprio medico di medicina generale (medico di famiglia); se si ha la necessità di stare a casa dal lavoro, infatti, è l’unica figura abilitata al rilascio del certificato di malattia.

E’ un comportamento spontaneo, quello di recarsi dal medico curante e farsi rilasciare un certificato (a pagamento) che attesti un prolungamento della prognosi da inviare anche alla compagnia di assicurazioni

Non è la scelta migliore perché:

  1. Se il medico di medicina generale (o medico di famiglia) non è uno specialista ortopedico o fisiatra il suo certificato avrà ovviamente valore ma lo stesso, se redatto da uno specialista, ne avrà uno maggiore, soprattutto per la prescrizione di cure fisioterapiche.
  2. Se il certificato reca la scritta “ad uso assicurativo” la compagnia tenderà a non risarcirlo; il certificato andrebbe redatto dopo una visita e dovrebbe riportare l’anamnesi, l’esame obiettivo (E.O.) la prescrizione di cure e la prognosi; in questo caso, trattandosi di visita medica e non di mera certificazione di prognosi e purché la fattura non contenga l’IVA (che sulle prestazioni mediche non è dovuta) sarà risarcito.

È dunque consigliabile rivolgersi ad uno specialista per non incorrere in questi inconvenienti.

Si può optare per una visita in ospedale prenotandola con il SSN oppure scegliere uno specialista che riceva privatamente: in entrambi i casi i costi delle visite saranno risarciti dalla compagnia.

La visita specialistica potrà rilevare più in particolare le condizioni di salute dopo l’incidente; in PS, infatti, vengono escluse patologie che mettano in pericolo la salute del danneggiato ma successivamente sarà necessario rivolgersi ad un medico per le cure appropriate.

Per questo sarà utile una visita specialistica che consigli le cure più adatte Ortopedico Fisiatra Otorino Neurologo.

I giorni di malattia eventualmente rilasciati dal medico di medicina generale e i giorni di prognosi certificati dallo specialista in Ortopedia o in Fisiatria, anche se si dovessero sovrapporre come periodo, hanno finalità differenti: i giorni di malattia servono per giustificare l’assenza dal posto di lavoro mentre la prognosi dello specialista è relativa al periodo di tempo che, presumibilmente, servirà per guarire dalle lesioni conseguenti al sinistro ed ha rilevanza ai fini del risarcimento.

L’Ortopedia è una branca iperspecialistica della chirurgia che si occupa dello studio e del trattamento delle patologie dell’apparato locomotore

La Fisiatria è la medicina fisica e riabilitativa e si riferisce alla branca della medicina che si occupa della prevenzione, diagnosi, terapia e riabilitazione della disabilità conseguente a varie malattie invalidanti, congenite o acquisite.

Solitamente lo specialista Ortopedico o Fisiatra dopo aver visitato il danneggiato prescrive cure fisioterapiche per lenire il dolore, ridurre l’infiammazione e riportare ad un livello accettabile la muscolatura

Inoltre, a fine visita, prolungherà la prognosi per il tempo che riterrà necessario affinché il nostro stato di salute torni ad un livello ottimale.

Come detto la prognosi rilasciata dallo specialista NON ha valore per l’assenza dal posto di lavoro.

Trascorso il periodo di prognosi, durante il quale, se prescritte, si faranno delle cure di fisioterapia, si dovrà prenotare nuovamente una visita dallo stesso specialista per la visita di controllo.

Se l’ortopedico o il fisiatra riterranno la condizione fisica non ancora stabilizzata potranno prescrivere ulteriori sedute di fisioterapia o accertamenti diagnostici (Risonanza magnetica, Tac, Ecografia) o una visita da uno specialista diverso (Neurologo, Otorino).

Terminato anche l’ulteriore periodo di prognosi e terminate le cure prescritte si dovrà prenotare una nuova visita di controllo dallo specialista.

Se questi riterrà questa volta stabilizzate le condizioni di salute potrà “chiudere” l’infortunio con un certificato, detto appunto “di chiusura” che conterrà la dicitura “guarito con postumi da valutare in sede medico legale”.

La scelta del centro medico presso il quale effettuare le cure è importante: si può optare per il reparto di riabilitazione dell’ospedale oppure un centro privato.

Anche per queste spese la compagnia sarà tenuta a risarcire i costi.

Importante, nel caso, scegliere un fisioterapista di fiducia ed è bene che questi sia laureato in Scienze Fisioterapiche; sono sempre più le compagnie che se le terapie non sono effettuate da personale laureato ma da un massaggiatore fanno difficoltà a risarcire i costi sostenuti.

In sintesi l’iter clinico per guarire dalle lesioni derivanti da un lievi incidente stradale è:

  • Visita PS
  • Visita Ortopedico
  • Primo ciclo sedute di fisioterapia
  • Visita di controllo Ortopedico
  • Eventuale Secondo ciclo di Fisioterapia
  • Visita di Controllo e di Chiusura Ortopedico
  • Visita Medico Legale di Parte

E’ anche possibile chiedere, ai professionisti interessati, un posticipo del pagamento delle terapie e delle visite: documentando il fatto che la compagnia di assicurazioni risarcirà i costi e proponendo di sottoscrivere un documento che riconosca il pagamento posticipato molti ortopedici e fisioterapisti accettano.

Per rassicurarli del fatto che le loro prestazioni saranno saldate si può proporre loro la cessione di credito sottoscrivendo la quale il credito nei confronti della compagnia e riguardante le spese mediche è ceduto al professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per il proprio funzionamento e per migliorare l'esperienza d'uso. Se continui a navigare, accetti l'uso di questi cookies. Per informazioni sull'uso dei cookies o per disattivarli, clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi